Cosa fare a Terni

Situata nella Valserra, alla confluenza del torrente Serra con il fiume Nera, troviamo quella che è la seconda città più grande di una delle più piccole ma caratteristiche regioni d’Italia: Terni.

Per sapere cosa vedere, cosa fare e cosa mangiare a Terni potrete affidarvi al portale Aperitivi e Cene Terni che vi offrirà tutte le offerte di questa particolare città.

Terni, “La Città dell’Acciaio” o “Manchester italiana”, è una città dai tratti prevalentemente moderni che può nascondere al suo interno piacevoli sorprese per i visitatori più attenti.

Il turismo di Terni può contare nonostante tutto su molti siti interessanti. Ancora sopravvivono all’occhio ammirato dei loro spettatori i resti dell’era romana. L’antica Interamna Nahars, il cui nome ricorda appunto la posizione tra il Nera e il Serra, condivideva l’attuale territorio con Carsulae, città scomparsa nel III secolo che si trovava su quella che diventò poi la via Flaminia. Di essa rimane oggi un ricco patrimonio archeologico composto da numerosi edifici: chiese e basiliche, un foro, un teatro, un anfiteatro, archi, templi, vari edifici pubblici, un collegio e persino la cisterna dell’acquedotto.

Se arrivate a Terni in treno verrete accolti da la Grande Pressa, un imponente monumento di 12.000 tonnellate, emblema della storia di Terni e della sua industriosità. Altro omaggio al lavoro e alla zona industriale locale è l’Obelisco Lancia di Luce, che arricchisce e caratterizza la città della genialità dello scultore Arnaldo Pomodoro. Posta alla fine di Corso del Popolo, uno dei principali crocevia del traffico cittadino, l’opera, alta 32 metri, si presenta come un gigante di 105 tonnellate di acciaio divisa in quattro sezioni che rappresentano la lavorazione del ferro, dalla materia grezza fino allo splendore del prodotto finito, simile a quello emanato dalla luce.

Passeggiando per il centro è possibile notare l’alternanza di edifici moderni, costruiti dopo i pensati bombardamenti subiti durante la Seconda Guerra Mondiale, a quelli decisamente più antichi. Il più antico monumento della città è San Salvatore, un edificio di culto composto da un corpo circolare a cupola cilindrica, chiuso da arcate, forse risalente all’epoca paleocristiana (potrebbe essere stato costruito su di un precedente edificio romano). All’interno troviamo affreschi della prima metà del XII secolo d’influsso senese e nell’abside una Crocifissione di scuola umbra dei primi del ‘500.

All’interno di Terni sono ancora visibili l’antica cinta muraria e l’anfiteatro Fausto risalente al 32 a.C. Dagli scavi effettuati in quest’area sono stati recuperati numerosi reperti di epoca pre-romana e romana oggi conservati nel Museo Archeologico di Terni.

Le chiese dell’epoca medievale hanno subito i danni dei bombardamenti e sono state spesso ristrutturate dopo la guerra, ma conservano ancora parte del loro aspetto originale. La maggioranza risale a un’epoca compresa tra l’XI e il XIII secolo. Ma la Basilica di San Valentino, simbolo della città, è di gran lunga anteriore, datata al IV secolo: fu costruita proprio sulla tomba del santo martire, patrono della città, e ne conserva le spoglie.

Numerosi anche i palazzi signorili interessanti, tra cui spicca l’ex Palazzo del Comune, nell’attuale piazza della Repubblica, che oggi ospita la Biblioteca Comunale. Con l’ultima ristrutturazione la vecchia torre civica è stata ristrutturata, dopo i danni dei bombardamenti, ed è stata sostituita da una moderna costruzione in vetro che vuole ricordare la vicina cascata delle Marmore.

Per osservare il meglio della città dovete allontanarvi dal suo nucleo centrale e dirigervi verso le numerose frazioni distaccate. Paesini di poche centinaia o addirittura decine di abitanti con una loro storia, i loro monumenti, e i loro eventi.

Il Parco Fluviale del Nera comprende tutte queste meraviglie naturali. L’area protetta è ricca di vegetazione grazie alle sue risorse idriche: boschi di latifoglie, macchia mediterranea,  fiori e felci rare. Il lago di Piediluco è il secondo più grande d’Umbria dopo il Trasimeno: qui si affacciano numerose chiese, rocche e ville. Terni è situata tra la Valnerina e la Valserra, delimitata rispettivamente dalle catene dei monti Sibillini e dei monti Martani: l’area inclusa è chiamata Conca Ternana, popolata da numerosi centri antichi medievali.

Ma Terni non è solo la città dell’acciaio, è anche la città di San Valentino, protettore degli innamorati di tutto il mondo. La sua basilica, che ne custodisce le spoglie, è meta continua di pellegrinaggi, mentre ogni anno l’intera città dedica importanti eventi al Santo Patrono, che culminano nella festa del 14 febbraio.

Altro monumento sacro nel centro storico di Terni è la Chiesa di San Francesco. Inizialmente ad una navata, ad imitazione della basilica di Assisi, la chiesa è stata successivamente ampliata e conserva notevoli opere d’arte come la cappella Paradisi affrescata con le scene del Giudizio Universale di Bartolomeo di Tommaso.

Del periodo romano sono ancora visibili tratti di mura e i resti dell’Anfiteatro romano, uno dei complessi più suggestivi della città. Eretto nel 32. d.C. per ordine di Fausto Liberale, durante il regno di Tiberio l’anfiteatro poteva ospitare fino a 10.000 persone. Della struttura originaria sono ancora visibili parti di opus reticulatum in blocchetti bicolori e l’ellisse originaria, mentre delle gradinate non resta nulla. Attualmente è scoperto per 2/3 del perimetro, essendo una parte occupata dalla Chiesa del Carmine, immersa nel parco cittadino La Passeggiata, dove potrete sostare per una breve pausa nel verde prima di accedere alla Cattedrale. Il Duomo della città, dedicato a Santa Maria Assunta ricostruito nel XVII secolo, conserva, sotto il portico che lo precede, un bel portale romanico a rilievi (XII secolo) e un secondo portale gotico.

Da vedere a Terni:

Cascata delle Marmore

Altre cascate

 

Rovine antiche

 

Chiese e cattedrali:

Basilica San Valentino

Chiesa di San Salvatore

Chiesa San Francesco d’Assisi

Chiesa di San Lorenzo

Chiesa di San Pietro

Cattedrale Di Santa Maria Assunta

 

CAOS Centro Arti Opificio Siri

Anfiteatro Fausto

Palazzo Spada

 

Parchi:

Carsulae parco archeologico

Parco di Villalago

La Passeggiata

Lago di Piediluco

Lake Corbara

 

Cantine e vigne

 

Ranch e fattorie

 

Scarica l’app Aperitivi & Cene Terni su:

Apple Store

Google play

Cosa fare a Terni per San Valentino

quadro-sanvalentino-terni

In quasi tutto il mondo è una ricorrenza per gli innamorati, festeggiare San Valentino.

Per la città di Terni questo giorno è ancora più importante poiché, San Valentino, Vescovo e martire, nacque a Terni alla fine del II secolo.

Su richiesta dei suoi concittadini, fu consacrato Vescovo da San Feliciano che ne aveva ricevuto il benestare dal Papa San Vittore. I biografi ricordano che il suo apostolato si esplicava soprattutto attraverso la guarigione ottenuta per mezzo della fede (il nome stesso lo starebbe a indicare: Valentino deriverebbe dal latino “valere” cioè “star bene in salute”) e proprio una di queste guarigioni fu causa del suo martirio.

Per questa ragione Terni è conosciuta in tutto il mondo come Città degli Innamorati.

Una città completamente rinnovata e a misura d’uomo con un importante centro storico, economico, sociale e naturalistico. Alle vastissime zone industriali, infatti, si alternano paesaggi verdi (in primis la cascata delle Marmore), testimonianze di resti romani, medievali e di archeologia industriale.

In questo periodo dell’anno la città offre moltissime occasioni di svago e divertimento.

A Terni, la festa del patrono è preceduta e seguita da un fitto calendario di iniziative religiose, culturali, musicali e sportive, gli “Eventi Valentiniani” dedicati al santo dell’amore che caratterizza l’intero mese di febbraio e che fa della città una meta privilegiata di tutte le coppie di innamorati di qualsiasi età e provenienza.

Le attività riguardano escursioni culturali, religiose e sportive o di relax che regalano alla coppia momenti indimenticabili.

Dall’11 al 14 febbraio prossimo torna Cioccolentino, la kermesse che Terni dedica al suo Santo patrono, San Valentino e a tutti gli innamorati. Il tema scelto è “Una dolce attesa”; quella delle coppie di innamorati che attendono un figlio, il frutto più sublime dell’amore. A loro Cioccolentino dedica tante delle iniziative in programma, per rendere ancora più dolce e consapevole l’attesa, grazie alla collaborazione con medici ed esperti.

In questa magnifica cornice a San Valentino, torna l’appuntamento più dolce e romantico dell’anno che dedica la sua tredicesima edizione non solo a tutti gli innamorati, ma soprattutto ai figli che sono il frutto del loro amore.

Queste giornate a Terni sono adatte agli innamorati e a chi ama mangiare bene ma anche a chi adora lo sport.

sanvalentino-terni

Il 21 Febbraio si Svolgerà la “Maratona di San Valentino”, una manifestazione Podistica Internazionale di Km.42,195 e regionale 21,097 km.

Anche in questa edizione si svolgerà sul nuovo percorso, più veloce del precedente almeno per la maratona, che attraversa la Valnerina, il cuore verde dell’Umbria. Si parte da Terni e dopo il passaggio davanti alla Basilica di San Valentino si prosegue verso la Valnerina. Superata la Cascata delle Marmore c’è il giro di boa della 21km; la maratona invece prosegue fino a Ferentillo in leggero falsopiano, qui gira ed il ritorno fino a Terni è dolce. La mappa del percorso è consultabile.

Apertitivi e Cene Terni vi offre di visionare e prenotare direttamente presso le nostre strutture tutte le offerte dedicate per questi giorni di festa.

In questo periodo dell’anno molto importante per la città, Terni è la meta ideale da vivere in coppia, in famiglia o con amici.

Venite a scoprire tutti gli eventi dedicati per San Valentino a Terni. Eventi speciali San Valentino

Scarica l’app Aperitivi e Cene Terni su:

Apple Store

Google play