Cosmopolitan, il cocktail più femminile tra i classici contemporanei

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Il Cosmopolitan è un drink a base di vodka, Cointreau, lime e mirtillo rosso, appartenente alla famiglia dei Cape Code, e categorizzato tra i
Contemporary Classic nel ricettario ufficiale IBA.

La saporosità del cocktail ondeggia tra note aspre e fruttate, limpide e color cremisi; per un tenore alcolico deciso (intorno ai 21,7°), dal sentore aromatico. Glamour, femminile e vezzoso, il Cosmopolitan ama farsi accompagnare da crostate scricchiolanti; preferibilmente di ricotta e visciole oppure, per i più golosi, di ricotta e cioccolato.

L’inventrice del Cosmopolitan è Cheryl Cook, barista del ristorante “The Strand” di South Beach. Cheryl dichiarò che:
« Era circa il 1985-86; il Martini stava tornando di moda, con il suo bicchiere classico. Alle donne non sembrava piacesse molto il cocktail […], ma piuttosto piaceva essere visti con il bicchiere Martini in mano. Ciò mi diede l’idea di creare un cocktail che potesse piacere a chiunque ma che stesse bene in questo bicchiere classico […]. Il mio distributore mi portò un nuovo prodotto della Absolut, l’Absolut Citron. Mi disse di creare qualcosa. Io amo le sfide e volevo creare un nuovo drink per il bicchiere martini, così presi gli ingredienti, Absolut Citron, una dose di triple sec, una goccia di Rose’s Lime e abbastanza cranberry per renderlo così deliziosamente rosa […] .Servii il mio primo Cosmopolitan a Christina Solopuerto (un’amica n.d.r.) la notte in cui ricevetti la mia prima bottiglia di Absolut Citron […]. Entro 30 minuti tutto il bar aveva un Cosmo davanti a sè. »

Gli ingredienti:
• 4 cl di vodka citron
• 1,5 cl di cointreau
• 1,5 cl succo di lime
• 3 cl succo di mirtillo

La preparazione
Si miscelano in uno shaker tutti gli ingredienti con del ghiaccio in cubetti, si agita bene e si filtra in una doppia coppa cocktail precedentemente raffreddata. Quindi si guarnisce con una fettina di lime.

Articolo di Davide Ramaioli

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento